التينيك T10: مكنسة وممسحة روبوتية مثالية للشعر والارضيات الصلبة والسجاد

Deal Score+1
Deal Score+1
★★★★★
1,488.00 SAR
Buy Now
amazon.sa

Features

  • العلامة التجارية: ‎التينيك
  • رقم الموديل: ‎T10
  • اللون: ‎ابيض
  • أبعاد المنتج: ‎35 x 35 x 9.8 سم; 7.5 كيلو غرام
  • السعة: ‎4.3 ليتر
  • سعة الحجم: ‎4580 مليلتر
  • القوة القوة الكهربائية: ‎50 واط
  • الجهد الكهربائي: ‎220 فولت
  • المادة: ‎بلاستيك (ايه بي اس)
  • إغلاق تلقائي: ‎نعم
  • مستوى الضوضاء: ‎60 ديسيبل
  • وقت التشغيل: ‎3 ساعات و 20 دقائق
  • أجهزة متوافقة: ‎Smartphones, Amazon Echo, Google Home
  • الميزات الخاصة: ‎رسم متعدد الطوابق, يعمل مع مساعد اليكسا / جوجل, شفط بحد أقصى 3000 باسكال, تنظيف قابل للتخصيص, محطة تفريغ ذاتية - حقيبة غبار سعة 4.3 لتر, مسح وكنس 2 في 1, قم بضبط "نو جو زونز" عبر التطبيق, ملاحة ليزر

Description

  • مكنسة روبوتية ذاتية التفريغ: لا داعي لتنظيف صندوق الأتربة بعد كل تنظيف ، فإن Ultenic T10 سوف يعمل على تنظيف سلة المهملات

User reviews

the package came sealed and brand new, the robot does the jobeasy to install and the app is nice, the vacuum level can be adjusted and it detects the carpet. haven't tried the mob but will update once I tried iti recommend it
Après quelques mois d’utilisation, voici mon retour sur l’utilisation de ce robot aspirateur.Globalement il est tres bien. Esthétiquement il est beau. Il aspire plutôt bien pour un robot aspirateur. Et il aspire méthodiquement après avoir cartographié les pièces. Il reconnaît les contours des pièces, puis il fait des vas être vient bien organisé. Il tient compte des meubles qui ont bougé (chaises ou tables de salon par exemple) en mettant à jour sa carte au fil du temps. Il ne tombe pas des marches en haut d’un escalier. Il passe assez bien sur les tapis (le mien fait un cm d’épaisseur environ). Contrairement aux anciennes générations de robots qui avait des parcours aléatoires, celui-là reconnaît où il va et organise méthodiquement son circuit d’aspiration. Bien sûr il se prend des fois dans les fils électriques. Il faut bien les ranger. Mais il est bluffant quand il fait le tour des pieds de chaises et qu’il arrive à passer sous la table. Bien sûr, pour passer sous les chaises il faut qu’il y ait au moins un espacement entre les pieds qui fasse un peu plus de son diamètres (+ de 35 cm).L’application a des petits défauts de traduction mais on s’y fait. On peut le commander de manière assez basique via Google home (lancement du robot). Par contre je n’ai pas trouvé de commande Google home pour l’envoyer dans une pièce ou une autre. Là il faudra utiliser l’application.La tour de vidange est pratique. Le robot se replace tout seul parfaitement pour recharger et se vider.Voici les petits bémols. Rien de trop grave mais ce sont des points qui sont regrettables.1- le passage de la serpillière : c’est bien. Ca fonctionne. Mais par contre il ne faut pas laisser de l’eau dans le compartiment à eau car ça fuit… et on se retrouve avec une tache sur le parquet. Donc attention à ce point. Vraiment dommage.2- impossible d’avoir plusieurs plans. J’ai deux étages et j’aurai aimé pouvoir le poser au 1er pour qu’il fasse tout seul son petit ménage. Malheureusement si vous faite cela, le robot s’aperçoit qu’il n’est plus au même endroit et supprime votre plan initial (pour moi du RDC). Adieux les zones et les pièces précédemment enregistrées. Il faut tout recommancer. Et ca c’est regrettable car certains robots concurrents peuvent vraiment mémoriser plusieurs cartes. Pour celui-là, c’est pas possible. Si vous êtes en appartement ou de plein pieds, ça le fera. Si vous avez plusieurs étages, ca se réinitialisera à chaque changement d’étage. C’est plutôt agaçant.Pour résumer, c’est un tres bon robot, mais il est plutôt fait pour des appartements ou maison de plein pied avec de préférence du carrelage (a cause des fuites). Pour une maison à plusieurs étages, peut-être vous faudra-t-il en choisir un autre.
 Spinto dal desiderio di rendere sempre più Smart la mia casa anche per quanto concerne le pulizie domestiche, dopo aver fatto varie indagini di mercato e letto diversi forum di discussione specializzati, sono approdato sul Marketplace di Amazon e l'ho comprato.Se vi va di proseguire nella lettura, vorrei condividere con voi, la mia esperienza d'acquisto.Unboxing‌Siamo in presenza di un prodotto piuttosto voluminoso, dunque il packaging è abbastanza grande. Anche perché qui, oltre al robot aspirapolvere, abbiamo anche un accessorio aggiuntivo che vedremo tra poco. All'interno della confezione di vendita, quindi, troviamo:• Ultenic T10;• bidone raccoglitore della polvere, con cavo per presa di corrente;• cavo per l'alimentazione del raccoglitore della polvere;• telecomando per controllo a distanza del robot (due pile AAA incluse);• contenitore della polvere e serbatoio d'acqua;• due panni per lavaggio pavimenti;• accessorio con spazzola di ricambio;• breve manuale delle istruzioni, anche in lingua italiana;• certificato di garanzia;• guida rapida al prodotto.Design & Materiali‌Credo che si tratti di un robot aspirapolvere non troppo diverso, a livello di design, da quelli usciti nel corso di questi anni sul mercato, del resto, un po' come avviene per gli smartphone, il fatto di prendersi spunti a vicenda tra le aziende, è oramai un trend comune. Dandogli un'occhiata più da vicino, infatti, vediamo come tutta la struttura esterna sia realizzata in plastica, mostrando sulla parte frontale una sottile striscia in gomma che serve a proteggere proprio il paraurti anteriore. A livello di dimensioni questo prodotto misura 350 x 350 x 98 mm, con un peso di 3,6 Kg. Davvero bella la colorazione bianca ma, attenzione, dopo qualche passata sul vostro pavimento si riempirà inevitabilmente di polvere, del resto è un aspirapolvere e non un gingillo.Non vi nego, quindi, che su tale superficie si nota subito tale aspetto, ma è un dettaglio trascurabile, sono io che in tema di pulizia sono un po' troppo "maniacale". Oltre questo, però, Ultenic T10 si è mostrato piuttosto solido e ben realizzato, senza sbavature o problemi progettuali degni di nota. Diciamo che tutto quello che spicca a livello estetico è dedicato quasi esclusivamente al sistema di navigazione del prodotto. Da questo punto di vista, infatti, vediamo come solo sulla parte anteriore siano presenti ben tre sensori ad infrarossi, tutti sfruttati per permettere al robot di orientarsi e muoversi in completa autonomia.Vediamo come sui due fianchi laterali si trovino le uscite d'aria, mentre sulla parte posteriore abbiamo il cassettino per la polvere. Oltre questo, però, tale contenitore può essere utilizzato anche per il lavaggio, andando ad aggiungere acqua e permettendo al robot di espletare anche tale funzione. Non preoccupatevi, però, vedremo tutto in dettaglio tra poco. Ai lati, in alto, sono stati posizionati due grossi pin magnetici che servono proprio per permettere al robot di ricaricarsi una volta tornato alla propria base. Quello che spicca, più di tutti, è il profilo superiore che evidenzia la presenza di una torretta di controllo, con un sensore laser al suo interno, e ben due pulsanti. Grazie al sensore posto sulla torretta, quindi, il robot scansiona l'ambiente circostante, ostacoli compresi, permettendo così una navigazione sicura ed intelligente. Come detto, poi, abbiamo un tasto di accensione/spegnimento ed un tasto che ci permette di richiamare alla base il nostro robot in maniera istantanea.Voglio dedicare un capitolo a parte per tale accessorio, che solitamente non si trova su prodotti di questo tipo. Malgrado questo, Ultenic T10 si dota, appunto, di un contenitore raccogli-polvere piuttosto efficace..A disposizione abbiamo anche le misure precise di tale componente, che dunque sono di 282 x 361 x 202 mmm, quindi non passa sicuramente inosservato, ma io guardo il vantaggio di non dovermi preoccupare dello svuotamentoAl di là di tale aspetto, comunque, vediamo come sulla parte alta sia caratterizzato dalla presenza di un coperchio che svela, al suo interno, il sacchetto per l'igienizzazione del prodotto. Non manca, poi, il filtro dell'aria che non permette alle particelle di oltrepassare tale soglia ed intaccare questo involucro. Sempre sulla parte alta, poi, il brand ha deciso di dotare tale accessorio di un display che si compone semplicemente di tre indicatori: ventilatore, ricarica e sacchetto della polvere. Anche sulle istruzioni ne parla e grazie ad essi è possibile, dunque, capire quando il robot è carico, quando è necessario svuotare il sacchetto e quando è attiva la ventilazione che permette di portare via lo sporco dal cassettino del robot per trasferirlo alla basetta centrale.Stando a quando indicato anche sul manuale utente è necessario posizionare la base ad almeno 6 cm di distanza dalla parete, avendo l'accortezza di lasciarla libera da ostacoli lungo i lati. Questo per permettere solamente al robot di andare sempre a colpo sicuro in fase di ricarica, senza perdere la posizione e l'orientamento. Ovviamente questo contenitore raccogli-polvere deve essere alimentato, per tale motivo sul retro si trova proprio l'apposito ingresso nel quale inserire il cavo d'alimentazione. Tornando invece sulla parte frontale, questo accessorio mostra diversi sensori ad infrarossi, sempre in comunicazione con il robot, due pin di ricarica identici a quelli che si trovano sul robot stesso ed una bocca d'aspirazione, posta più in basso.Dovrete necessariamente, dunque, scaricare il file apk da un sito esterno, potendo così configurare il robot aspirapolvere e gestirlo nel migliore dei modi. Con mia gran sorpresa, infatti, mi sono trovato di fronte ad un'applicazione ben tradotta e strutturata, che permette di personalizzare al massimo le varie fasi di pulizia dell'accessorio, e non solo. Al suo interno, dunque, trovano spazio tantissime impostazioni relative alle varie stanze, alla registrazione delle fasi di pulizia, alla programmazione della pulizia e tanto altro.Non ho notato alcun malfunzionamento nella mappatura della casa, con il robot che preferisce inizialmente scansionare una determinata zona per poi pulirla subito. Davvero difficile capire con quale criterio decida di fermarsi ad un certo punto per proseguire con un'altra stanza. Nonostante questo, però, devo dire che la scansione dei vari ambienti è stata piuttosto buona. Nel caso in cui questa divisione automatica non vi soddisfi, però, è comunque possibile andare a gestire manualmente tali aree assegnando ad ognuna di esse un nome diverso. Durante la pulizia della casa, quindi, possiamo decidere di passare il robot anche solo in una stanza tendenzialmente, io lo faccio partire quando sono fuori casa e, al ritorno, trovo il pavimento tirato a lucido.Una volta terminate le operazioni, poi, lui torna automaticamente alla base per ricaricarsi e, soprattutto, per svuotare il contenitore della polvere.Con l'applicazione per smartphone è possibile dare un'occhiata anche al ciclo di vita delle diverse parti che compongono il robot, ovvero il filtro, la spazzola laterale e la spazzola principale posta in basso. Grazie ad essa, poi, possiamo scegliere fra diverse modalità di utilizzo. Ad esempio, possiamo gestire il robot tramite assistente vocale (per ora solo con Alexa, e per fortuna aggiungerei).Abbiamo la possibilità, poi, di svuotare il sacchetto, di regolare il volume con cui la voce del robot ci avverte del suo stato, regolare il volume dell'acqua in fase di lavaggio o la potenza di aspirazione, potendo scegliere fra tre diverse opzioni. Come accennavo in precedenza, poi, possiamo anche porre dei limiti virtuali al robot oltre i quali non andare, sfruttando l'editor messo a disposizione dell'app stessa. Anche in questo caso, però, il prodotto si è comportato sempre bene, rispettando queste delimitazioni.Potenza di Aspirazione & Funzionamento‌A differenza di alcuni suoi competitor questo Ultenic T10 sprigiona una potenza maggiore, arrivando a 3.000 Pa. Dunque, questo permette di andare ancora più a fondo nelle pulizie.Con i suoi sensori, sparsi per tutta la struttura centrale, il dispositivo può viaggiare in tutta tranquillità per la casa senza intoppi. Qui, infatti, trova sede un sistema LIDAR di quarta generazione che offre, quindi, una mappatura 3D molto più precisa ed accurata. Non mi è mai capitato di trovare il robot incastrato in qualche ostacolo, riuscendo sempre a capire per tempo tutto ciò che lo circonda; a volte il mio gatto gli tende qualche agguato, ma alla fine vince il T10.Grazie ai sensori anti-caduta, poi, non rischierete che il robot si butti giù da uno scalino o da un soppalco, problema che a casa mia non si pone.Ma non temete, piccoli scalini o dislivelli sono facilmente superabili anche da una macchina di questo tipo, che per mezzo dell'escursione delle sue due ruote principali riesce a superare quasi ogni ostacolo.Quando andiamo ad azionare la modalità di lavaggio, una volta inserito l'apposito accessorio dotato di panno in microfibra, l'acqua presente nel serbatoio non viene rilasciata per caduta.Noi possiamo controllare in qualsiasi momento, infatti, l'afflusso di acqua da riversare sul pavimento, potendo anche azionare un movimento ad “Y” che ottimizza il ciclo di pulizia rendendolo più efficace. Malgrado il controllo dell'acqua venga effettuato elettricamente il serbatoio è davvero piccolo, quindi dopo circa 35 mq è necessario effettuare un rabbocco, ma non lo vedo un dramma, del resto è un robot aspirapolvere non un mocio.Ho apprezzato davvero tanto il sistema di auto-pulizia del contenitore della polvere. Quando il robot termina la pulizia di un'area e torna alla base il contenitore raccogli-polvere risucchia tutto quello che si trova all'interno nel robot e deposita in un apposito sacchetto. Questo può contenere fino a 4,3 L di sporco, quindi utilizzando il robot tutti i giorni potrebbe anche durare circa 60 giorni, vi farò sapere in quanto tempo si sarà riempito il sacchetto.Molto dipende dalla quantità di sporco che si trova sul pavimento e dalla superficie coinvolta: quando il robot incontra un tappeto, ad esempio, la potenza di aspirazione aumenta automaticamente e viene catturato molto più sporco. Devo dire, quindi, che sotto questo aspetto Ultenic T10 ha rispettato le attese, riuscendo a garantire alla massima potenza una pulizia davvero ottima, anche in fase di lavaggio.Autonomia‌Qui dipende molto da come utilizzate il robot, anche perché all'interno risiede una batteria da 5.200 mAh che è tanta roba. Ci tengo a precisare una cosa: non l'ho mai sfruttato alla massima potenza ma sempre su un valore medio, quindi un alloggio di circa 100 mq l'ha pulito completamente consumando un buon 35% di batteria. Questo sempre tenendo conto dei vari ostacoli presenti in casa e del fatto che non tutte le aree, per questioni di dimensioni, sono accessibili dal prodotto.Non dovrete avere problemi, comunque, a pulire una zona ben più ampia di quella da me sperimentata. Potrete andare sicuramente oltre i 200 mq senza problemi. Occhio solo ad un aspetto, però, ovvero alla quantità di acqua contenuta nel serbatoio in fase di lavaggio che vi costringerà ad effettuare diversi refill.Conclusioni‌Alla luce di quasi 1 settimana di utilizzo, posso dare un giudizio obiettivo:premetto che in passato ho usato un tipo di robot molto simile, T10 si differenzia soprattutto sulla possibilità di poter gestire il flusso d'acqua in fase di lavaggio, che non avviene per caduta ma è controllato.Lo promuovo a pieni voti senza riserve.


View all reviews

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

متاجر على اكسبرس
Logo